Chiesa di San Clemente a Casauria - Castiglione A Casauria (PE)

Masciulli viaggi

La chiesa, di gusto borgognone, è armoniosamente inserita nell'ambiente circostante. Viene edificata nell'871 e poi rinnovata intorno al 1191 per volere dall'abate Leonate. Sorge su un antico tempio romano, di cui si vedono qua e là alcuni elementi. Leonate commissionò al monaco Giovanni di Berardo, la raccolta e il riordino di tutte le carte possedute dall'abbazia, corredate da una precisa cronostoria del monastero: nacque così il Chronicon Casauriense, oggi custodito nella Biblioteca Nazionale di Parigi.

L'abbazia fu esposta per lungo tempo al totale abbandono ma alla fine dell'800 riuscì a catturare l'attenzione di Gabriele d'Annunzio che si adoperò molto per la salvezza del monastero: nel 1920 iniziò così una lunga serie di restauri, grazie anche all'impegno dello studioso Pier Luigi Calore.

Nel 1894 San Clemente fu dichiarata monumento nazionale. Il solenne ingresso con una antica porta in bronzo dorato ci immette in un ambiente a tre navate con pianta a croce latina. L'arredo è costituito dal pregevole cero pasquale, dal sontuoso e ricco ambone risalente al XII secolo e dal quattrocentesco ciborio, originario sacrofago paleocristiano che anticamente conteneva l'urna con le reliquie di san Clemente.

Da visita il Museo dell'Abbazia presso i locali del vicino convento. La collezione è costituita da numerose lapidi e reperti rinvenuti negli scavi della stessa abbazia.

 

Vuoi scoprire le meraviglie dell'Abruzzo?

Pianifica insieme a noi la tua vacanza personalizzata!

CONTATTACI ORA!
 

Oppure chiamaci al +39 0871 382259

Ultimo aggiornamento: