Città di Lanciano

Masciulli viaggi

Altitudine: 265 m. s.l.m.
Abitanti: 36.230
Santo patrono: Madonna del Ponte
Giorno festivo: 16 settembre

L'attuale abitato formato da una parte moderna pianeggiante e una antica divisa in quattro quartieri su altrettante collinette, sorge sul sito dell'antica Anxanum. Coinvolta nella guerra gotica e nelle guerre bizantino-longobarde, nel 981 entrò nel ducato di Benevento. In questo periodo si formò il nucleo medievale della città, che tuttora conserva il nome di Lancianovecchia. Durante la dominazione normanna e sveva fu sede di importanti fiere.

Interessante centro cittadino deve maggiormente la sua notorietà al celebre Miracolo Eucaristico, meta di numerosi pellegrinaggi. Tradizione vuole che durante la celebrazione della messa da parte di un sacerdote che dubitò della presenza eucaristica, l'ostia e il vino si trasformarono in carne e sangue. Le reliquie sono oggi custodite all'interno della Chiesa dove avvenne il prodigio, la chiesa di San Francesco.
 

Cattedrale S. Maria del Ponte

Chiamata così perché innalzata su tre archi dei resti di un ponte romano-medievale, detto di Diocleziano. Nel 1088, nel corso dei restauri del ponte danneggiato da un terremoto, fu ritrovata un'antica statua della Madonna, che venne custodita in una nicchia, poi trasformata in cappella. L'interno, a navata unica, è in stile neoclassico.
 

Chiesa si S. Francesco - Santuario del Miracolo Eucaristico

Eretta nel 1258 nel medievale quartiere di Borgo sui resti della chiesa basiliana di S. Legonziano, conserva le reliquie dell' ostia diventata carne ed il calice con i cinque grumi in cui si è rappreso il sangue in seguito al miracolo avvenuto nell' VIII secolo d.C.
 

Le Torri Montanare

Sono gli unici resti dell'antica cinta muraria. Devono il nome alla splendida visuale che spazia dalla Majella al Gran Sasso fino ad arrivare al mare.
 

Chiesa di Santa Maria Maggiore

Venne ricostruita nel XIII secolo sui resti di una preesistente Chiesa. All'interno un trittico ligneo con la Madonna e il Bambino e la celebre croce in argento di Nicola da Guardiagrele, trasportata durante la Processione del Giovedì santo.

 

Vuoi scoprire le meraviglie dell'Abruzzo?

Pianifica insieme a noi la tua vacanza personalizzata!

CONTATTACI ORA!
 

Oppure chiamaci al +39 0871 382259

Ultimo aggiornamento: